L’IMPORTANZA DELLO PSICOLOGO E DELLO PSICOTERAPEUTA

Un tempo c’erano stregoni, guaritori, sciamani, filosofi, guide spirituali e simili, che si occupavano del benessere psichico e sociale della comunità e del singolo.

Ci fu anche un tempo in cui detentori di dogmi assoluti non ammettevano, pena la morte, studi e teorie sull’importanza centrale della mente umana, della Psyché, che parte della cultura greca associava all’Anima.

L’evoluzione scientifica, culturale, sociale e sanitaria ha visto questi stregoni tramutarsi, piano piano, in quelli che oggi esercitano la Professione di Psicologo e di Psicoterapeuta: attività che racchiudono in loro

Scienza (nel metodo di ricerca, nelle “evidence based”, nel pragmatismo)

Cultura (nella Natura e nelle nature, nella Storia e nelle storie, nel quotidiano e nello spirituale, nel tempo e nello spazio dell’Uomo, come individuo e come Società)

– e Arte (intesa nella musicalità della voce, nel ritmo del corpo, nella teatralità delle rappresentazioni e nella definizione e ridefinizione di immagini, che prendono colori e assumono forme)

Professionalità costruite attraverso anni di studi e di pratica che, come tutti i lavori esercitati con serietà, hanno bisogno del tempo (e dei tempi), del luogo, degli strumenti, sempre diversi da caso a caso, delle predisposizioni e della concentrazione idonei, perché prenda corpo un lavoro il più personalizzato e il più mirato possibile.

Chi esercita sono persone, al pari di tutti, con pregi e difetti, che hanno affrontato fatiche e sudore per imparare un mestiere come lo si fa per tutti gli altri.

Nella Bottega del Mastro Artigiano si affinano conoscenze, sensibilità e pratiche nel muoversi tra strutture e processi della Mente.

Persone, in carne ed ossa, con bisogni, desideri e speranze, sono quelle a cui, Psicologi e Psicoterapeuti, rivolgono la propria pratica.

O meglio, persone in Corpo e Mente, due essenze spesso erroneamente considerate (o trattate) separate ma entrambe parte di un’unica entità dotata di più dimensioni interdipendenti tra loro e con l’esterno, in un continuo influenzarsi a vicenda.

Tutti in equilibrio su ricorrenti abitudini ma al contempo con le potenzialità del continuo divenire, a partire dal cervello, organo dotato di plasticità, fisiologica e quindi anche psicologica, perciò, suscettibile a cambiamenti e nuovi adattamenti davanti ad imprevisti e a necessità di volta in volta diverse.

E tra le necessità più gettonate la Salute, che l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), già dal 1948, ha definito come “stato di completo benessere psichico, fisicoe sociale dell’uomo dinamicamente integrato nel suo ambiente naturale e sociale e non la sola assenza di malattia”.

E qualcuno non sarebbe d’accordo nel sentirsi dire “tanto stai bene!” solo perché non ha patologie organiche!

Queste ultime poi sono spesso la conseguenza di disagio mentale e sociale, nonché di scarsa considerazione di un lavoro sulla propria Psyché, e quindi sulla nostra Umanità nella sua Completezza.

Essendo Mente e Corpo strettamente legati va da sé, quindi, che lavorare sull’uno e lavorare sull’altro hanno la stessa importanza riguardo al raggiungimento della propria Salute.

Non tutti hanno bisogno dell’ortopedico come non tutti hanno bisogno dello psicoterapeuta o dello psicologo.

Possiamo avere dolori alla schiena e accorgerci di migliorare cambiando scarpe come possiamo avere dolori alla schiena che ci impediscono di muoverci e dover quindi chiedere il consulto di un ortopedico sulla situazione generale e sulle possibilità di miglioramento.

Possiamo avere l’influenza e risolverla con certi accorgimenti in pochi giorni come possiamo avere un’influenza che non passa o peggiora e quindi dover andare dal medico.

Così riguardo lo psicologo e lo psicoterapeuta, davanti a problematiche psichiche, esistenziali, sociali, o somatiche.

Tutti abbiamo problemi e i problemi, spesso, sembra chiamino altri problemi.

Non necessariamente davanti a un disagio, a una tristezza o a un pianto si deve pensare allo psicologo. Momenti NO che ogni tanto ci ricordano le molte fatiche del quotidiano ci sono per tutti, e ognuno ha le proprie modalità di attraversarle o superarle. 

Lo psicologo “serve” per coloro che chiedono di capire, di ripartire perché bloccati, di migliorare su qualche aspetto, di alleggerirsi, di prevenire o di mettere fine a una catena di problemi che può essere debilitante su tanti aspetti (sociale, scolastico, lavorativo, affettivo, corporeo).

Problematiche sulle quali c’è stata una convergenza di più situazioni che hanno portato alla necessità della richiesta.  Un po’ come quando mi rompo una gamba per cui potrebbe esserci stata convergenza tra un tipo di scarpe, un tipo di movimento, un tipo di terreno, eventuali distrazioni, lo stato fisico, la temperatura,  il momento della giornata, ecc…

Andare dallo psicologo e dallo psicoterapeuta è salpare in un viaggio dentro di sé, come partire per un viaggio alla scoperta dell’Universo, girando tra galassie, pianeti, stelle nane, giganti o supernove, buchi neri, nebulose, materia oscura, soli, lune, asteroidi e comete. Si affronteranno insidie ma si godranno anche delle meraviglie, di quell’Universo che è la nostra Mente.

Per cui occorrono sensibilità, coraggio, intelligenza, forza, scaltrezza e pazienza…

Fino a giungere alla tanta agognata quiete di una placida e fresca laguna.

Visto anche il fatto che siamo abituati più a guardare “fuori” che “dentro” di noi e più tendenti a concentrarci sull’ “immagine” che ci siamo costruiti e che cerchiamo di mostrare piuttosto che a tutte quelle altre caratteristiche di noi che, volenti o nolenti, rimangono nello sfondo.

Per non parlare dell’influenza della modernità iperstimolante, distraente e alienante.

Lo psicologo e lo psicoterapeuta:

  • Sono Sanitari che lavorano su Salute e Benessere passando per le vie della mente attraverso una visione globale.
  •  Per Professionalità, sia per Etica che per Legge, si formano e si aggiornano costantemente.
  • Hanno un Ordine Professionale e un Codice Deontologico che tutelano il Paziente, la Competenza e la Serietà.  
  •  Non “chiacchierano” ma Ascoltano, Parlano, Comunicano.
  • Poggiano le proprie conoscenze e il proprio lavoro su Scienza, Cultura e Umanità. 
  • Non manipolano ne fanno “magie” ma sostengono e aiutano a rimettere la persona al centro del proprio cambiamento, riattivando o mettendo in luce parti di sé e dell’ambiente intorno che per diversi motivi e particolari situazioni non era possibile scorgere.
  • Aiutano a prevenire:
    • scivolamenti verso blocchi, rigidità, o peggioramenti mentali, fisici o sociali.
    •  la dipendenza dalla chimica dei farmaci o da sedicenti guaritori, mettendo al centro delle proprie scelte e del proprio cambiamento la Persona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

AMLETA LA GUERRIERA CORAGGIOSA

Bisogna fare qualcosa, agire, per riportare il mondo alla sua Luce

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Mente Virtuale

tutto ciò che vuoi scoprire online, e molto altro!

Dott.ssa Mara Ronchi - Psicologa

Relazioni,cambiamenti e psicologia

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: